Istat: uno storytelling dei dati più “alla mano”

storytelling influencer

Come si può creare uno storytelling attorno a numeri e trend del momento? E come farlo creando engagement? Ce lo spiega Michela Troia, responsabile del sito web Istat  e ambassador del progetto “Dati alla mano”.

Istat: uno storytelling che pone al centro l'utente

Umanizzazione e innovazione sono due criteri su cui l’Istat punta molto con questo progetto. L’utente è al centro. L’obiettivo è aprire la porta a target più diversificati e soddisfare le loro esigenze. Un nuovo storytelling dei dati ottimizza i contenuti e rende la materia più accessibile, grazie anche ai canali social.

Il progetto "Dati alla mano"

L’iniziativa rivoluzionaria di Istat “Dati alla mano” ha preso il via il Il 18 gennaio con l’obiettivo di fare uno storytelling dei dati più comprensibile a tutti. Come? Grazie all’uso dei social media e la partecipazione di alcuni influencer. Si tratta di un progetto sperimentale di “Employee Advocacy” che vede direttamente coinvolti i dipendenti e alcuni stakeholder esterni nella diffusione dei contenuti legati al brand.

Se vuoi approfondire l’argomento su un nuovo modo di fare dati, clicca qui

Lo sapevi che:

Employee Advocacy è un termine usato nella strategia marketing di un brand per favorirne la fidelizzazione dall’interno. In pratica si tratta di far intervenire direttamente i dipendenti nella diffusione dei contenuti legati al brand, condividendoli nei profili social personali. L’obiettivo è favorire il passaparola positivo e rafforzare il marchio.

DATI ALLA MANO

Gli ambasciatori del brand Istat

I 22 ambasciatori del nuovo storytelling dei dati statistici sono stati selezionati per le loro competenze. I contenuti creati sono stai inseriti nella sezione “Dati alla mano” e poi ricondivisi sui profili social personali, favorendone il refferal e promuovendone il valore. Tra le varie attività, troviamo dei podcast intitolati “Fiabe statistiche”, realizzati nel pieno della pandemia. Un’altra attività di cui si è occupata direttamente Michela Troia è la divulgazione di video, finalizzati a scardinare dei preconcetti, come quello su ragazze vs materie Stem.

Questo esperimento Istat ci ricorda che il trucco di un buon engagement e di una strategia efficace di branding sta anche nel trovare un nuovo modo di comunicare quello che si fa, ascoltando davvero il proprio pubblico.

Martina Cogliati
Content Creator Rinascita Digitale

Se questo contenuto ti è piaciuto, partecipa al nostro appuntamento settimanale di Good Morning Doers dedicato al tema Human to Human in diretta ogni Martedì dalle 9:30

Leave a comment

4 × 5 =