L’orientatore si è orientato

L’orientatore si è orientato storie di rinascita digitale

Era marzo e stava iniziando il lockdown.

Una mia ex allieva mi inviò il link per proporre un webinar di un’ora che parlasse del mio libro Come trovare lavoro in Italia.

Stefano mi rispose nel giro di poche ore. Il lockdown era all’inizio e anche l’avventura di Rinascita Digitale lo era. Non potevo ancora immaginare che queste due cose insieme mi avrebbero cambiato.
Arriva il giorno del mio webinar: il 27 marzo. Erano le 5 del pomeriggio. Era il mio primo webinar. Ho sempre e solo tenuto speech con le persone a pochi metri di distanza. Ero emozionato: online c’erano più di 300 persone a seguirmi.

A farmi capire che fosse andato bene sono state le decine di e-mail che mi sono arrivate a partire da qualche minuto dopo la fine del webinar. Qualche giorno dopo avevo il profilo LinkedIn e la casella e-mail intasate.

Credevo che la cosa sarebbe stata passeggera. E invece, a distanza di un mese, continuo a ricevere decine di richieste, di consigli da persone che vogliono imparare da me come si ricerca lavoro efficacemente. Ho risposto a tutti. Eppure, c’è stato un momento in cui avevo una settimana di ritardo nelle risposte: stavo per scoppiare. Il lockdown e il tempo a casa hanno fatto in modo che superassi quel momento.

E poi sono arrivate richieste di collaborazione, proposte di lavoro, inviti a altri webinar…
Da Training Specialist all’80% e Orientatore al 20%, dopo ciò che è successo, ho capito che le due percentuali – ora e per sempre – si sono invertite.
L’orientatore si è orientato.
Quasi tutti, oggi, si fanno e mi fanno questa domanda: come sarà il lavoro domani?

Non è un risposta che posso dare. Ma l’esperienza che ho vi ho raccontato mi ha insegnato che condivisione, passione e coraggio cambiano la vita. E il lavoro domani avrà ancora più bisogno di condivisione, passione e coraggio.
Buon lavoro supereroi!

 

di  Dario Madeddu

Leave a comment

7 − uno =