Challenging change: la sfida al cambiamento parte dall’interno

Può essere un cliché, ma la trasformazione è diventata la nuova normalità e il cambiamento che stiamo vivendo è più ampio, complicato e veloce che mai. Solo perché costante, però, non significa che sia facile da affrontare o da gestire, in quanto porta sempre con sé un senso di ambiguità e incertezza. Il lavoro del neuroscienziato David Rock sulla psicologia umana e il modo in cui il nostro cervello si è sviluppato ci aiuta a capire perché il cambiamento può comportare una sfida. L’obiettivo del nostro cervello è quello di mantenerci vivi e al sicuro e di conseguenza i nostri comportamenti inconsci sono guidati da questo. Il suo modello SCARF descrive cinque fattori chiave che guidano il comportamento umano e che possono sentirsi minacciati, che affronteremo nel corso del webinar. Comprendere quali sono i fattori chiave per ognuno di noi è fondamentale per capire quali azioni intraprendere per meglio gestire il cambiamento.

In questo contesto, un ruolo fondamentale è giocato dalla motivazione. ”Motivazione” è però un grande concetto teorico! Tutti noi siamo spinti da fattori diversi e a volte è persino difficile individuare esattamente ciò che ci spinge ad alzarci dal letto la mattina. La scienza in questo ci viene in aiuto: Edgar Schein, specialista in dinamiche legate alla carriera, ha individuato otto fattori cardine per la scelta e la soddisfazione a livello professionale, che analizzeremo nel corso del webinar. Esploreremo anche come la motivazione non abbia nulla a che vedere con concetti come “divertimento” o “felicità”, mentre porti con sé elementi come la sfida, il miglioramento e un senso di scopo più ampio. Affronteremo anche come il denaro sia raramente un fattore incentivante, mentre, contrariamente a quanto si possa pensare, nel lungo termine possa addirittura avere l’effetto opposto.

Un fattore determinante nella motivazione personale è giocato dal senso di riconoscimento che riceviamo da parte degli altri. Ma anche il riconoscimento è un fattore estremamente soggettivo, che tutti noi percepiamo in modo diverso. Il modo in cui comprendiamo determinati gesti può essere paragonato alla conoscenza delle lingue: ognuno di noi può parlarne e capirne diverse, ma una sarà sempre la nostra lingua madre. “Parlare la stessa lingua”, che sia a livello professionale oppure nella sfera privata, è fondamentale per connetterci a un livello più profondo.

A cura di

Giorgia Trascinelli
Giorgia Trascinelli
Senior Lead, Learning at WeWork

Il Palinsesto propone i migliori contenuti offerti dai nostri speaker, gratuitamente per voi.

Sviluppa il tuo capitale umano insieme a Rinascita Digitale!

Temi trattati
Rinascita Personale
0%
Rinascita Professionale
0%
Rinascita Aziendale
0%

% Commenti (1)

Giorgia è una formatrice e educatrice fenomenale. I suoi contenuti sono di grande impatto, basati sulla ricerca, autentici e danno all’ascoltatore strumenti tangibili per guidare il cambiamento. Non vedo l’ora di sentirla parlare di come si puo’ sfidare il costante cambiamento con cui ci confrontiamo nella vita.

Leave a comment

4 × uno =