RP dal tradizionale al digitale: proposte di valore e misurazione dei risultati

Generare contenuti, notizie e conversazioni; creare reputazione e gestire situazioni di crisi. Sono tutte attività richieste ai professionisti delle Relazioni Pubbliche: da sempre riconosciute attività di grande contenuto se gestite in modo tradizionale; viste con dubbio e perplessità nel momento in cui si passa al digitale dove, alla figura storica del comunicatore, si associa quella del blogger o dell’influencer. L’ evoluzione del mondo della comunicazione, e dei media in particolare, ha accolto con benevolenza e ottimismo l’avvento del digitale ravvisandolo come metodologia per generare effetto moltiplicatore sui messaggi realizzati e sui target colpiti. Se, storicamente le relazioni pubbliche curano l’immagine identitaria dell’azienda nel mercato al fine di perseguire determinati obiettivi (engagement), oggi la figura del professionista di RP è sempre più quella di un mediatore tra l’azienda e il suo pubblico, a cui viene richiesto di avere competenze versatili e diversificate che vanno da profonde conoscenze di marketing e comunicazione alla capacità di individuare target coerenti, bisogni e desideri del pubblico obiettivo con la specifica richiesta di adeguare toni e contenuti in base ai feedback che – specie il digitale – riesce a fornire nel breve periodo. Creare una strategia di comunicazione sinergica con tutti gli altri settori della comunicazione è una conditio sine qua non affinchè l’attività di relazioni pubbliche rivendichi una sua dignità all’interno dell’impresa e per fare questo identificazione e condivisione di adeguati strumenti di misurazione è elemento sostanziale per decidere – in primis – dove posizionare l’asticella che possa poi definire se un’operazione possa considerarsi soddisfacente o meno. Stabilita questa ne discende la definizione di una strategia di comunicazione, che deve prevedere la coesistenza di strumenti tradizionali e digitali con l’obiettivo di ottimizzare tempi e modi di entrambi riducendo al minimo i rischi derivanti da un eccesso di digitale sul tradizionale e utilizzando – ove possibile – un effetto compensazione tra l’ampiezza del primo e l’accuratezza del secondo; tra l’uno a mille del digitale e l’one to one del tradizionale. Come attestare che le scelte fatte e il professionista selezionato siano state scelte di successo? Condividendo una proposta di valore uno strumento di misurazione Una proposta di valore è tale quando, stabilito e condiviso l’obiettivo finale con il committente, le attività messe in atto e la sequenzialità delle stesse genera un effetto incrementale rispetto all’obiettivo finale che si desidera raggiungere. E’ utile pertanto approcciare la consulenza di RP con un modello articolato in più sottoattività – ognuna a sua volta con un suo obiettivo e un suo investimento in ottica relazionale e di risorse economiche necessarie – dove la funzione somma delle singole determina la proposta di valore dell’intero approccio rettificata (in positivo o negativo) da una condivisione valoriale on top che governa l’intero processo Gli strumenti di misurazione altro non sono se non indicatori che vengono definiti e applicati (tutti insieme o a scelta in base alla complessità dell’operazione che si desidera portare a termine) e il cui risultato (in forma assoluta o relativa) deve rientrare in un intorno che ne determina la condizione di successo o insuccesso. Un modello siffatto, applicabile a tutti i settori previa razionalizzazione di alcuni aspetti oggetto d’indagine, permette di valutare la coesistenza di strumenti di natura tradizionale e digitale all’interno di una strategia di comunicazione articolata e di rilasciare valori oggettivi che possano agevolare e supportare la valutazione di operazioni di comunicazione complesse.

A cura di

Maria Grazia Persico
Maria Grazia Persico
Founder & CEO di MGP&Partners

Il Palinsesto propone i migliori contenuti offerti dai nostri speaker, gratuitamente per voi.

Sviluppa il tuo capitale umano insieme a Rinascita Digitale!

Temi trattati
Rinascita Personale
0%
Rinascita Professionale
0%
Rinascita Aziendale
0%

Leave a comment

5 × tre =