Programmazione 20 Marzo

9:00 – 10:00

TBD

di –

10:00 – 11:00

Modificare le abitudini lavorative per essere produttivi anche da casa.

Vorrei spiegare in maniera semplice come organizzarsi per creare un ambiente lavorativo da casa, ovvero utilizzare gli strumenti gratuiti che abbiamo a disposizione per tenersi in contatto con i propri collaboratori e organizzare il lavoro in maniera smart, partendo dalla gestione di un semplice sistema cloud per la condivisione dei dati, analisi dei metodi di comunicazione (Slack – email – workplace) , gestione delle videochiamate tramite sistemi browser senza installazione e l’utilizzo di Trello come task manager.

di Piergiorgio Sanna

Profilo Linkedin

11:00 – 12:00

Reputazione aziendale e comunicazione di crisi: come costruire opportunità di lungo termine

La reputazione aziendale è uno degli asset oggi più importanti per le aziende, che va costruito nel tempo e con costanza nella comunicazione e nelle relazioni. Come rafforzare e valorizzare la propria reputazione in un momento di crisi come quello attuale? Analisi, idee e strategie per riformulare il piano di comunicazione e i contenuti per rafforzare la reputazione nella comunicazione di crisi.

di Santina Giannone

Profilo Linkedin

12:00 – 13:00

Telegram, la piattaforma ideale oggi per il business e la vita

“Telegram For Business”: un programma, un progetto valido sempre in questi nostri tempi di crisi, ma valido oggi più che mai in questi nostri giorni caratterizzati da smart working e #IoRestoACasa, dove si mostrerà come proprio l’App fondata da Pavel Durov possa essere tool ideale per lo smart working e per fare business, appunto, in tempi di crisi, generale e specifica di questi giorni.

di Rachele Zinzocchi

Profilo Linkedin

13:00 – 14:00

Lean startup per PMI

Il lean startup è un metodo che consente alle aziende di apprendere velocemente sul campo informazioni per migliorare e creare prodotti in linea con le richieste del mercato.
Nata per il mondo delle startup, questa metodologia si sta rapidamente espandendo anche verso il mondo Corporate e delle PMI.
Il seminario ha lo scopo di fornire ai partecipanti i principi e gli strumenti di base, utili a supportare una prima implementazione in azienda di tali metodologie.
Verrà fornita un’introduzione al metodo, una prima indicazione di roadmap e riportate case history utili a comprendere il funzionamento e le potenzialità di tale metodologia.

di Paolo Franceschini

14:00 – 15:00

Neuromarketing: tecniche e casi di successo da cui trarre spunto per rilanciare la propria attività.

In questa sessione formativa vedremo come utilizzare le tecniche di neuromarketing per dare slancio al proprio marketing, utilizzando come base di trattazione casi reali affrontati dal nostro team negli ultimi anni.

di Giuliano Trenti

15:00 – 16:00

La digitalizzazione nel turismo e nei musei

La digitalizzazione è ormai un “must” per tutte le realtà, grandi e piccole, del turismo e del settore museale. Anzi, più si è piccoli, maggiore è la necessità di digitalizzare il proprio patrimonio, come leva per farsi conoscere, promuovere la propria offerta, acquisire nuovi clienti o visitatori, offrire loro nuove modalità di fruizione della offerta turistica, culturale, museale. La digitalizzazione rappresenta, di fatto, un modo per riempire il gap tra Grandi e Piccoli.
Già, ma…cosa e come digitalizzare?

di Franco Cavalleri

16:00 – 17:00

Lean Content Marketing: il modo più efficace per far sapere al mondo che ci sei (senza spendere un capitale)

Sfruttare la “pausa” per dare nuovo lustro ed efficacia comunicativa ai tuoi contenuti aziendali in modo da farti trovare meglio su Google, attirando le persone più in target e dando loro le informazioni di cui hanno bisogno per capire che sei la soluzione che vogliono scegliere.

di Erica Zuanon

Profilo Linkedin

17:00 – 18:00

Self management e modelli organizzativi basati su piccoli team

Illustrare il modello, anzi i modelli con alcuni esempi ed esperienze, sperimentarlo con alcuni partecipanti (decisioni collettive, ruoli, dimensioni operative e agenda setting). Alcune indicazioni su come sperimentarlo e adattarlo al proporlo contesto organizzativo. Domande e risposte (e perché no dubbi e perplessità).

di Samuele Bozzoni
Convidi su: