Programmazione 23 Aprile

9:00 – 10:00

Resilienza Positiva: dal resistere, al recuperare al rifiorire. Come la Psicologia Positiva aumenta le risorse personali e sociali

Gestire gli imprevisti e le difficoltà in modo positivo è un’abilità con diverse dimensioni, distinte e correlate. La Psicologia Positiva identifica tre modalità differenti per prendere consapevolezza delle risorse a nostra disposizione. Come allenare la nostra capacità di resistere agli imprevisti, recuperare la nostra serenità e rafforzarci per il futuro.

di Eleonora Saladino

Profilo Linkedin

10:00 – 11:00

Allenare la mente per generare nuove idee – Strumenti pratici

Partendo dall’analisi del significato dell’atteggiamento interiore, miglioreremo il potenziale personale, attraverso un programma di gestione dell’energia, coadiuvato da nuovi modi di pensare, quali “il pensiero laterale” e il “pensiero divergente”.

di Rita Antonelli

Profilo Linkedin

11:00 – 12:00

Quale bellezza in un futuro postpandemico?

Vorrei presentare una diversa visione della bellezza, non stereotipata e idealizzata, ma sobria e umile, capace di farci scorgere le potenzialità di rinascita implicite nello svanire della normalità e nella crisi globale.

di Francesca Iannelli

12:00 – 13:00

Social media, cambiano i parametri di comunicazione
Il crowdfunding e il lato emotivo della donazione

Come sarà in futuro il settore del Fundraising e Crowdfunding? Come deve (e doveva già) essere: efficace ed efficiente ad allocare risorse a chi Merita. Innovazioni di prodotto e di sistema sostenibili. Battaglie per benefici condivisi, prodotti di impatto sociale, crescita collettiva. Cioè valori che si richiamano alla condivisione e che richiedono partecipazione, consapevolezza, coerenza, sostenibilità. È andata così nel passato? No. L’appartenenza ha prevalso sul Merito. Potrà migliorare nel futuro? Si. L’umanità si è trovata a vivere la prima pandemia 4.0. Questo shock, di non poter controllare e disporre pienamente della propria vita e del proprio ambiente, deve far ripensare con maggiore consapevolezza al modello di Vita che merita di essere promozionata e difesa. Ce la faremo? Appuntamenti e ragionamenti come questi che nascono dal basso e promuovono il pensiero libero e liberale, l’anticonformismo rispetto al politicamente corretto possono tracciare una nuova strada. Più vera. E utile al Sistema Paese.

di Massimo Lucidi, Mariangela Leonetti, Marco Limoncelli e Pellegrini Roberto

Profilo Linkedin Lucidi

Profilo Linkedin Leonetti

Profilo Linkedin Limoncelli

Profilo Linkedin Pellegrini

13:00 – 14:00

Come (non) comunicare coi politici

I settori produttivi di un Paese lo tengono in piedi anche e soprattutto durante crisi come questa. Le aziende di tutte le dimensioni hanno il diritto di rappresentare i propri interessi davanti alla politica. Noi spieghiamo come farlo al meglio.

di Giuseppe Volpe

14:00 – 15:00

Come scegliere il software più adatto senza impazzire

In questi giorni tutti, ma proprio tutti, stanno suggerendo quali software/tool/programmi si dovrebbero utilizzare per fare… beh, qualsiasi cosa, dal gestire team al fare videoconferenze. Questa varietà di scelta e tutte queste opinioni sono fantastiche, ma c’è un piccolo problema: un software che ti viene suggerito potrebbe non essere quello che fa al caso tuo. Ogni team, o ogni persona singola ha esigenze diverse da soddisfare e deve prenderle in considerazione prima di poter procedere all’adozione ed all’acquisto di una soluzione. Ma quanti lo fanno? L’intervento vorrebbe sviluppare l’idea di come aiutare l’utente a scegliere il software giusto per le proprie necessità attraverso 6 semplici step: 1. Capire qual è il proprio problema e cosa serve per risolverlo 2. Definire la caratteristiche che si stanno cercando nel software 3. Come identificare le opzioni e fare una shortlist 4. Selezionare la risorsa migliore 5. Come comunicare a chi dovrà fare l’acquisto perché è la soluzione migliore 6. Comprare il tool ed iniziare ad usarlo.

di Aurora Martina Granata

Profilo Linkedin

15:00 – 16:00

Formazione: Fase 2

Cosa ci aspetta dopo il 4 maggio in ambito formativo? Quali sono gli insegnamenti che il lockdown ci lascia? E, soprattutto, quali conseguenze avrà la situazione che stiamo vivendo? Insieme a docenti e professionsiti del digitale, faremo una riflessione sugli aspetti positivi e negativi che la crisi da COVID-19 porterà con sè nel mondo della formazione, capendo anche quali possono essere le opportunità di business che attorno al settore privato si potranno aprire.
La tavola rotonda è organizzata in partnership con Bakeca.it.
Moderati da Francesco Gavatorta, consulente strategico, formatore e autore per Franco Angeli, ne parleranno:

Stefano Bresciani, professore ordinario di Innovation management e digital transformation presso il Dipartimento di Management dell’Università degli Studi di Torino, Coordinatore della Sezione di Economia e direzione delle imprese e Direttore del Master in Business Administration (MBA). Dirige il Dottorato di ricerca in Business & Management dell’Università di Torino e occupa ruoli direttivi in importanti centri di ricerca nazionali e internazionali.

Mirko Pagani, project manager progetto iBicocca, Università degli Studi di Milano Bicocca e docente di Marketing Sociale Università degli Studi dell’Insubria, formatore docenti Centro Studi Erickson e Pearson editore.

Stefano Pavignano, Amministratore Delegato di Bakeca.it, uno dei principali siti italiani nel mercato degli annunci gratuiti geolocalizzati, con circa 5 milioni di utenti medi al mese e più di 2 milioni di annunci pubblicati.

 

Profilo Linkedin Gavatorta

Profilo Linkedin Pavignano

Profilo Linkedin Pagani

Profilo Linkedin Bresciani

16:00 – 17:00 – Ciclo di webinar “Una poltrona in Clubhouse OnAir – Copernico

Public Affair e digital communication

di Giuseppe Molinari

Profilo Linkedin

Misure urgenti e contributi pubblici a sostegno delle imprese

di Erik Švab

Profilo Linkedin

In collaborazione con

Una poltrona in Clubhouse - Copernico - Logo

Con Moderatrice e Content Curator
Daniela Nespolo

Profilo Linkedin Nespolo

17:00 – 18:00

Innovare, trasformare, evolvere. E’ solo un tema digitale?

In questo intervento vorrei parlare della sfida della trasformazione aziendale. Se fino a poco fa il tema centrale era quello della digitalizzazione, oggi trasformare l’azienda è davvero una questione di sopravvivenza in molti casi. Ma senza aprire scenari negativi, l’opportunità di evolvere il proprio business parte dalla consapevolezza che tutto è orientato al cliente e alla risoluzione di un problema specifico. Il digitale in questo scenario è solo uno degli strumenti che l’azienda o il professionista deve avere a sua disposizione. “Deve” perché oggi ancora di più il digitale si impone come primo canale e luogo di interazione, un po’ per forza, un po’ per scelta. Ma la vera sfida è garantire la continuità fisico-digitale in un contesto il cui il canale fisico è essenziale per diversi prodotti/servizi ma estremamente ostico. Ecco un breve sommario delle tematiche: – Trasformazione vs Innovazione = Evoluzione – Le rinnovate skill digitali – Gli investimenti in “digitale” – Dal “digital” al “digital first” – L’omnicanalità ai nostri tempi.

di Vincenzo Zeffiri

Profilo Linkedin

18:00 – 19:00

Intervista a Alessandro Rosina da Milano

di Roberto Bonzio e Alessandro Rosina
Convidi su: