Ridere mi salva ogni giorno

Ridere mi salva ogni giorno storie di rinascita digitale

Sono giorni che viviamo chiusi in casa, con l’incertezza del domani, eppure mi sento grata alla vita.

Grata per essere arrivata a vivere questo periodo più integra, più forte di quanto non fossi solo qualche tempo fa.

Le fatiche della vita ti svuotano, ma se impari ad affrontarle, a starci dentro, il vuoto che senti in un attimo si riempie di nuovo e sta solamente a te decidere come riempirlo.
Se vuoi la fatica, trascorsa la tempesta del momento, diventa un’opportunità per ricominciare, nuova.

Sono grata alla vita per avermi dato il tempo di affrontare le mie fatiche, di cadere in ginocchio, di versare lacrime sulle ferite. Per avermi dato modo di cercare e trovare nuovi strumenti per diventare nuova e sorridere alla vita, con meno zavorra, ma sempre più voglia di amare e di essere grata.

Sulla mia strada ho sperimentato tanti strumenti (e tu forse ancora non sai quanto mi piaccia sperimentare e godere della meraviglia della scoperta). Ce n’è uno che mi ha fatto innamorare: lo #YOGADELLARISATA.

  • Mi ha insegnato che si può ridere:
  • semplicemente perché fa bene
  • senza aver nulla da ridere
  • per liberare il pianto
  • per ritrovare le emozioni
  • per allenare il corpo e ossigenarlo anche senza muoverlo
  • per mettere in circolo le meravigliose endorfine che ci fanno sentire bene
  • per trovare energia
  • per liberare la spensieratezza
  • per dare il giusto peso alle cose
  • per trovare armonia nelle relazioni

Mi sono accorta che la lista può diventare ancora più lunga, ma è bello completarla con le parole dell’altro.

Ecco allora che ai tempi del distanziamento sociale da covid-19, lo yoga della risata da strumento personale si è trasformato in modo naturale in strumento sociale. Seppur da poco certificata Laughther Yoga Leader, ho iniziato a divulgare i benefici della pratica e a offrire pratica online, per stare bene io, per far stare bene gli altri. Insieme.

Mai come ora la distanza si è fatta così vicina.

 

di Tiziana Azzani

Leave a comment

2 × 1 =